close
paura di viaggiare

Migliaia di persone  sognano di viaggiare per il mondo. Ma anche l’ansia da viaggio è piuttosto comune, forse più di quanto credi.

L’ansia da viaggio o tutto ciò che è legato alla paura di viaggiare, è un argomento ampio ed impervio. Questo articolo esplora le basi dell’ansia da viaggio cercando di fornire informazioni utili e piccoli consigli.

Ansia da Viaggio, che cos’è?

L’ansia da viaggio è associata ad ansia anticipatoria o all’agorafobia. Si presenta nella preparazione di un viaggio o in forma più grave, in attacchi di panico mentre si viaggia. Si tratta di ansia, e con grandi probabilità, a prescindere dal viaggiare o meno è già presente nella persona. Risulta chiaro, dunque, come per le persone soggette ad attacchi di panico o ansia anticipatoria viaggiare rappresenti una situazione ancor più “rischiosa”.

La paura di viaggiare è quasi sempre correlata a stati d’ansia o a fobie specifiche (aerofobia o aviofobia).

 street-381227_1280

Cause della Paura di Viaggiare

Come accennavo pocanzi l’ansia da viaggio non può essere classificato come un disturbo specifico bensì collegato ad un generico stato d’ansia. Alcune delle cause della paura di viaggiare o dell’ansia da viaggio sono:

Paura di Volare

La paura di volare o aerofobia è una delle fobie più diffuse e comuni al mondo. I motivi per cui così tanti di noi hanno paura di volare non derivano soltanto dal fatto che gli uomini siano “animali terrestri” ma anche e soprattutto dal senso di impotenza.

È per questo che preferiamo guidare la macchina piuttosto che prendere l’aereo. Perché il controllo del mezzo e la risposta agli inconvenienti dipende da noi. Non dobbiamo fidarci di nessuno. Chiaramente il fatto che un enorme pezzo metallico voli chilometri dalla superficie terrestre non aiuta per niente.

Eppure come saprai avvengono più incidenti mortali in macchina che in aereo.

Notizie e Film dell’Orrore

I notiziari, gli articoli di giornale ed i film sono sempre a caccia degli avvenimenti più terribili. Tutti i giorni ascoltiamo, leggiamo e vediamo notizie terrificanti su cronaca nera, incidenti e disgrazie. Questo alimenta la paura in tutti noi. Un senso di inquietudine che poi proiettiamo in tutte le situazioni che richiamano, anche vagamente, lo scenario delle storie assimilate.

Bassa Autostima

Spesso le persone hanno paura di viaggiare perché non ritengono di potersela cavare in situazioni impreviste. La scarsa autostima porta a svalutare se stessi in situazioni che con molta probabilità riusciremmo a superare.

Sei molto più forte ed adattabile di quanto tu possa immaginare!

Ansia Post Viaggio

Potrebbe succedere che qualcosa di spiacevole accada durante un viaggio. Un infortunio,  perdere le valigie, lo stress derivato dall’organizzazione stessa del viaggio o semplicemente un forte jetlag. Seppur apparentemente problema transitorio, il tutto potrebbe ripercuotersi negativamente nei successivi viaggi.

Lasciare la Propria Comfort Zone

Per alcuni lasciare la quotidianità e la propria zona di conforto risulta molto più difficile che per altri. La casa, gli amici e la famiglia sono visti come una “base sicura” a cui ancorarsi ai problemi ed allo stress quotidiano. Nel viaggiare questa base non c’è o meglio non è percepita.

Il tutto si amplifica se il viaggio è lungo e di lavoro, dove si è costretti a lasciare tutto ciò che conosciamo per un lungo periodo, alzando il livello di stress.

C’è la possibilità di avere già un disturbo d’ansia generale, un episodio spiacevole d’infanzia che neanche ricordiamo, fobie e poca autostima. La lista è lunga e per maggiori informazioni esistono ottimi libri da consultare.

Come Superare la Paura di viaggiare?

Conoscendo alcune delle cause che provocano la paura di viaggiare hai già fatto un piccolo passo in avanti. Ma come superare queste paure?

In Impara a Viaggiare in Piccoli Passi puoi trovare una semplice tecnica per superare le prime paure altrimenti puoi leggere questi piccoli consigli:

Pianifica i tuoi viaggi

Pianificare un viaggio con largo anticipo aiuta a tenere stress ed ansia ad un livello basso. Non aspettare gli ultimi giorni per prenotare mezzi e pernottamento. Valuta anticipatamente un “piano b” in caso qualcosa possa andare storto.

Per esempio se devi prendere l’autobus alle 15 controlla anche quali e quanti autobus partono immediatamente prima o dopo verso la tua destinazione. Mal che vada puoi stare tranquilla.

Anticipa i “Se?”

Oggi abbiamo la grande opportunità di avere internet, libri e documentari a disposizione. Informati sul posto dove intendi viaggiare non lasciandoti influenzare da “brutte storie” sensazionalistiche. Anticipa le risposte ai tuoi “e se?”

E se mi ammalo? – Trova una buona assicurazione di viaggi. Ovunque tu sia nel mondo sapranno aiutarti tempestivamente.

E se mi perdo? – Segnati dei numeri locali e non da chiamare in caso di emergenza. Potresti pensare di comprare anche una SIM turistica del posto dove stai andando.

Pensa alle cose che ti preoccupano di più e trova una soluzione pratica. Molto spesso è più facile a farsi che a dirsi.

Prepara la tua partenza

Prendi un’agenda ed organizza le cose da fare prima e nella partenza. Cosa mettere in valigia, pianificare le mail da mandare per lavoro o chi avvertire della propria partenza. Segnati anche le scadenze di bollettini o di ricordarti di chiudere il gas prima di uscire di casa. Pianifica al meglio, cosicché una volta partiti non dovremo farci prendere dall’ansia per qualcosa che non abbiamo fatto. Potresti fare così:

Elenca le cose da fare con molti giorni di anticipo. Man mano aggiungi le cose che ti vengono in mente.

Chiudere il Gas ◊
Ritirare Passaporto ◊
Contattare Portinaio ◊

Poi prima di partire riprendi la lista ed assicurati di aver spuntato tutte le cose da fare:

Chiudere il Gas ♦
Ritirare Passaporto ◊   (devo ritirare il passaporto!)
Contattare Portinaio ♦

Valuta una Consulenza Psicologica

Se vuoi prendere il toro per le corna e risolvere alla radice un professionista può sicuramente esserti d’aiuto, e non solo nel viaggio. Se la paura di viaggiare è di tipo ansioso o fobico, dei brevi incontri di consulenza non possono che farti bene. Da psicologo ho aiutato molte persone a superare la paura del viaggio tramite semplici tecniche e brevi colloqui. Puoi farlo anche tu, basta volerlo.

Qualsiasi sia il motivo scatenante di questa paura di viaggiare so per certo che potrai vincerla!

Hai altre domande? Commenta qui sotto e risponderò il prima possibile.

 

Tags : aerofobiaansia da viaggioimparare a viaggiarepaura di viaggiare
Emanuele

The author Emanuele

6 Comments

  1. La paura di viaggiare mi blocca da tanto tempo ma le consulenze che ho chiesto non sono state risolutive.. Hai qualcuno da consigliare su Milano?
    Grazie

  2. Mi scuso anticipatamente per la lunghezza del messaggio.
    Ho sempre sofferto di ansia da viaggio, mi piace organizzarli, pianificare, fantasticare su una possibile meta, ma partire per me è sempre stata fonte di preoccupazione. Le route con gli scout, le gite con la scuola pochi giorni prima di ogni viaggio avevo sempre la tachicardia e la voglia di non fare niente e stare sotto le coperte.
    La cosa si sta ripresentano nuovamente, ad aprile ho prenotato un viaggio a Torino di tre giorni, come premio per un esame passato, andrò a casa di alcune mie compagne delle superiori ma il tragitto in aereo lo farò da sola. Ed ecco di nuovo gli stessi sintomi a due giorni dalla partenza, battiti accelerati, nodo allo stomaco, come se stessi andando al patibolo, quando invece dovrebbero essere tre giorni di relax per me si stanno trasformando in un inferno. Partendo dal presupposto che l’aereo l’ho preso una volta ai tempi del liceo, quindi in aeroporto ero guidata dai professori, inoltre ero in un aeroporto diverso da quello in cui andrò sabato, questo non so come sia fatto ed ho un’immensa paura di sbagliare dove devo andare, ma andrò in larghissimo anticipo e chiederò alle hostess presenti, il problema più grande è quello del volo, sarò 2 ore dentro quella lattina, se succede qualcosa? Se c’è un guasto? Se l’aereo cade? Ne vale la pena correre sto rischio per tre giorni scarsi a Torino? Se arriverò alla metà saprò orientarmi la dentro? Se scambio l’autobus e non arrivo alla metà? E via dicendo.. Domande che so che sono idiote, ne sono consapevole, ma sono preoccupazioni che non riesco a levarmi dalla testa, mi sto “costringendo” a partire per riuscire ad essere meno paranoica e soprattutto più autonoma.
    Ha qualche consiglio riguardo tale paura?
    Mi scuso ancora per il tempo tolto, ma se ne parlo con il mio ragazzo o con i miei amici mi prendono per folle

    1. Ciao Gabriella, non c’è assolutamente nulla di folle o di “idiota” nelle domande che ti fai e nella paura di prendere l’aereo.
      Di metodi per superare l’ansia da viaggio ce ne sono parecchi, ma sono utili nel momento in cui la paura non sia una vera e propria fobia. In tal caso consiglio sempre una consulenza con uno specialista, perché probabilmente c’è qualcosa di più profondo della sola paura di volare, e quindi quale miglior pretesto per risolvere in nostri problemi e migliorare la nostra qualità di vita?

      A dirtela tutta, forse sei stata un po’ avventata a prendere un volo aereo in solitaria, dopo tutto questo tempo e sapendo di avere già questi problemi. Ma se lo hai fatto, vuol dire che dentro hai la certezza che questa paura si può superare, quindi forza e coraggio. Se l’ansia è davvero così forte (forse la hai anche in altre occasioni?) puoi parlarne anche con il medico di base che può prescriverti qualche ansiolitico blando, seppur sia sempre meglio lavorare prima su se stessi o praticare metodi naturali.
      Le domande che ti poni e che hai riportato nel commento sono domande che tutti si pongono, ma ognuno poi gli attribuisce un peso diverso. La paura d’altronde non la si gestisce in maniera consapevole, ma ci si può lavorare in maniera davvero efficace, con i giusti strumenti.

      Per sintetizzare:
      – La formula magica non c’è
      – Ricorda che stai viaggiando in Italia, qualsiasi problema sorga troverai moltissime persone e lo staff degli aeroporti pronti a guidarti ed aiutarti
      – Puoi provare ad affrontare la paura e gettarti nell’avventura, purché non diventi una sfida troppo angosciante
      – Ti consiglio di fare un paio di colloqui per capire da dove proviene questa paura e questo alto livello d’ansia
      – Puoi iniziare a praticare la meditazione o la mindfullness per diminuire il livello di stress e ansia (funziona davvero!)
      – Puoi chiedere aiuto al tuo medico di base per la prescrizione di qualche ansiolitico “leggero” (ultima soluzione).

Lascia un messaggio


Warning: Cannot assign an empty string to a string offset in /home/edppro/public_html/conoscersiviaggiando.it/wp-includes/class.wp-scripts.php on line 454