close
come superare il jet lag

Se quando viaggi soffri di insonnia, nausea o stanchezza, molto probabilmente stai accusando i sintomi del jet lag.

Ne abbiamo sofferto un po’ tutti, ma alcune persone, più di altre, soffrono il jet lag e finiscono per stare K.O. per gran parte del viaggio.

Come possiamo combattere il jet lag, così da poterci godere in santa pace le nostre vacanze e le nostre trasferte?

Per dare risposta a questo quesito sono stati “interrogati” hostess e steward.

La risposta più frequente è stata: “dormo quando posso, anche se si tratta di poche ore ma cercando di seguire gli orari“. Ma spesso la crew di voli internazionali cerca di dormire in Hotel non appena arrivati, anche se poche ore, sforzandosi poi di rialzarsi e prendere i ritmi della nazione ospitante.

Infatti l’errore più grande da fare è quello di fare tutta una tirata ed andare a dormire non appena arrivati fino alla mattina successiva.

Certo, se arriviamo di sera siamo certamente facilitati, seppur potrebbe non bastare. Il senso di nausea che può accompagnare un lungo viaggio, infatti, può essere causato anche da stanchezza, un viaggio turbolento, etc, etc.

Serve sicuramente del tempo al corpo per abituarsi, quindi diamoglielo. Se arrivate in primo pomeriggio potete provare a fare un sonnellino di venti minuti e poi tirar dritto fino a sera, per poi svegliarsi di buon ora alla mattina. Così facendo già dal secondo giorno dovrebbe andar molto meglio.

Un altro buon suggerimento è quello di non dormire troppo sull’aereo, specialmente se si arriva la sera. Al giorno d’oggi a bordo ci si può intrattenere con film recentissimi, documentari, musica e giochi. Sfruttateli a vostro favore, oppure portatevi dei libri o un cruciverba.

Chiaramente esistono anche degli integratori e medicinali per aiutare il ripristino del ritmo circadiano e per “risolvere” l’insonnia, ma io consiglio sempre di tenerli come ultima risorsa, e di utilizzarli unicamente sotto consiglio medico e stretta necessità.

Se sei giunto/a fin qua vuol dire che sei molto interessato all’argomento, quindi cerchiamo di approfondirlo

come evitare il jet lag senza medicinali

Accortezze prima di partire

1. Pianifica il tuo viaggio

Con un po’ di testa possiamo utilizzare dei trucchi per evitare il jet lag:

  • Orario di partenza: Se si tratta di un lungo viaggio (10+ hr) ti consiglio di valutare bene l’ora di partenza del volo e non considerare unicamente il costo del volo. Certo, se non hai problemi di jet lag, sei libero di scegliere come meglio credi, ma se ogni volta che parti hai problemi come nausea, insonnia e via dicendo ti consiglio di scegliere bene l’orario in cui partire. Cerca di partire riposata o di arrivare a destinazione in un orario serale.
  • Posto a sedere: Le compagnie aeree, con una manciata di euro, offrono la possibilità di scegliere il posto a sedere in aereo. Scegliamo quello che ci è più congeniale: finestrino per il panorama e per poggiare la testa? Corridoio per andare facilmente in bagno o per fare due passi? Sedile vicino le uscite per stendere le gambe?

2. Abituati all’orario del paese dove arriverai

Gradualmente, prima di partire e specialmente se stai partendo per un viaggio longevo, inizia ad adattare i tuoi ritmi all’orario del posto che visiterai.

  • Ogni giorno puoi spostare di 1 ora le tue abitudini di sonno/veglia fino ad arrivare in prossimità dell’orario di destinazione.
  • Stessa cosa andrebbe fatta con i pasti. Andrebbero spostati in corrispondenza a quando si mangerà una volta arrivati. Ti assicuro che è più semplice di quanto sembri.
  • Riposati bene il giorno prima di partire e prepara tutto almeno 24h prima della partenza, così da ridurre lo stress. Ho scritto un articolo a riguardo: Come ridurre stress del viaggio.

3. Controlla ciò che bevi e mangi

  • Tutto molto semplice. Bevi tanta acqua, qualche succo di frutta e mangia il più sano possibile. Spesso i pasti che vengono offerti dalle compagnie aeree sono differenti e si trova facilmente il pasto più leggere. Il problema è che come sempre, quando si ha tutto “gratis” si tende a strafare. Conteniamoci.
  • Non bere troppi alcolici o troppa caffeina. Come abbiamo già detto sopra, dobbiamo cercare di aggiustare il tiro sui nostri ritmi circadiani.

4. Una volta arrivati

Una volta scesi dall’aereo sarebbe bene:

  • Se sei arrivata di notte, va a dormire appena raggiungi l’accomodation.
  • Se arrivi in piena giornata cerca di resistere fino a sera o di fare un riposino breve.
  • Se proprio non riesci ad abituarti, nonostante tutti gli step sopra citati, prova ad assumere Melatonina. Ma sono sicuro che seguendo gli step successivi saranno davvero in pochi ad averne bisogno.

Se nei vostri viaggi avete escogitato nuove strategie per non soffrire il jet lag o per sconfiggerlo lasciatemi un commento qui sotto!

A presto!

Tags : aereojet lagjetlagstress da viaggioviaggio
admin

The author admin

Lascia un messaggio


Warning: Cannot assign an empty string to a string offset in /home/edppro/public_html/conoscersiviaggiando.it/wp-includes/class.wp-scripts.php on line 486