close
Viaggiare

Il Paese Senza Porte – Shani Shingnapur ha qualcosa da insegnarci?

Shani Shingnapur senza porte

Il villaggio Shani Shingnapur conta circa 200 case è situato in India ed è meta di pellegrinaggi volti al Dio Hindu Shani. Ma questo non è tutto.

Il paesino è anche uno dei pochissimi centri abitati al mondo a porte aperte.. Anzi, senza porte!

In questo Paese è situato uno dei templi più venerati della regione e coloro che ci vivono affidano il proprio fato a Shani, la divinità adorata. Proprio grazie ad un’antica tradizione, nessuna casa del villaggio dovrebbe avere una porta, e straordinariamente questa regalo persiste ancora, coinvolgendo addirittura la banca, la stazione della polizia e gli hotels presenti. Inoltre, nessun negozio del posto vende chiavi o lucchetti.

Al sicuro da generazioni

La fede in Shani è così forte e leale che  gli abitanti del villaggio sono abituati a lasciare casa completamente aperta ed incustodita anche per giorni, in caso di partenze.

Se qualcuno dovesse rubare o essere disonesto nel villaggio, verrebbe punita da Shani e dovrebbe pagarne le conseguenze. In passato è capitato che qualcuno mettesse porte e lucchetti, ma queste persone sono state afflitte da incidenti, perdite monetarie e sfortuna.

Dyaneshwar Kudalkar.

Le tradizioni rimangono

Nonostante tutti i grandi cambiamenti che stanno travolgendo la cittadella, gli abitanti di Shani Shingnapur rimangono fedeli alle loro tradizioni. E non appena si arriva sul posto è percepibile la pace e la serenità di cuore di tutti gli abitanti.

Non solo le porte sono aperte, ma anche i loro cuori. L’accoglienza verso i pellegrini ed i visitatori è calorosa e non di rado si viene ospitati nelle case per condividere quel poco che posseggono. Davvero una cosa rara ai giorni nostri.

 

(Video and text by Sreya Chatterjee, filmed and photographed by Siddhartha Hajra)

Tags : curiositàindianewsviaggi
admin

The author admin

Lascia un messaggio