11 Consigli per Ridurre al minimo lo Stress da Viaggio

Andare in Vacanza è Fantastico ma a volte il Viaggio può essere Stressante

Prendersi una pausa dal lavoro, dallo stress della vita quotidiana, è quello che molto spesso ci porta a scegliere una location estiva.

Quello che succede però è che il viaggio per arrivare al luogo di villeggiatura diventa fonte di forte stress, capace di rovinare la vacanza stessa, riperquotendosi nei giorni successivi.

La buona notizia è che bastano delle piccole accortezze per ridurre lo stress del viaggio al minimo.

Vediamo quali sono:

1 – Non affidarti alla memoria per preparare i bagagli

Qualunque sia la meta e la durata del viaggio, ricordarsi tutto quello che bisogna portare nella valigia è difficile. Accade spesso che, convinti di ricordare tutto, una volta partiti avremo il sentore di aver dimenticato qualcosa. E spesso si rivela una preoccupazione sensata.

stress da viaggio

Per evitare inutile stress basterebbe creare un fogli una settimana prima della partenza e fare man mano una lista di cose da portare. Il giorno prima della partenza basterà controllare che tutto ciò che è sulla lista sia all’interno della valigia.

Se poi, comunque, si dimentica qualcosa, non impanichiamoci. Potremo comprarla sempre all’aeroporto. Passaporto escluso!

2 – Il trucco della scatola

Esiste un piccolo trucco per essere certi di non dimenticare di mettere nella valigia gli oggetti che utilizziamo quotidianamente.

Basta prendere una piccola scatola in cartone rigido, meglio se plastificato, e riporvi tutti gli oggetti che utilizziamo durante la giornata. Così facendo il giorno della partenza sapremo già che tutti i saponi, pettini, deodoranti, spazzolini e via dicendo sarano pronti all’interno della scatola per essere spostati in valigia.

L’alternativa è di fare la valigia almeno due giorni prima, ed utilizzare gli oggetti di uso quotidiano, prendendoli e riponendoli direttamente nella valigia. Come fossimo già in vacanza.

3 – Anticipa tutto quello che puoi

Anticipa l’arrivo in aeroporto, in modo che se per qualche caso fortuito dovessi trovare un incidente per strada, uno sciopero o un accompagnatore ritardatario farai comunque in tempo a prendere l’aereo.

prevenire ansia da viaggio

Anticipa il giorno di partenza. Con chi è possibile, fai finta di partire un giorno prima. Questo ti aiuterà a non ritrovarti impegni urgenti il giorno prima di partire, lavori extra e tutto quello che potrebbe rubare tempo prezioso per l’organizzazione della partenza.

4 – Non risparmiare soldi dove puoi risparmiare tempo

Una cosa che si impara dopo anni di esperienza di viaggio è che tutte le spese che aiutano a risparmiare tempo e stress aggiuntivo sono soldi ben spesi!

Ti è mai capitato di perdere un aereo o un tramonto perché invece di spendere quei 20 euro di taxi hai preferito spenderne 5 di autobus?

Diventa talmente tanto un abitudine risparmiare in viaggio che a volte si fanno scelte poco intelligenti. Un mio collega una volta ha preso un’insolazione camminando a piedi dalla stazione all’Hotel per non spendere 8$. Il bello è che quando se ne è reso conto, lui stesso ha esclamato “perché l’ho fatto? Talmente abituato a cercare di rientrare nel budget che ho rischiato l’ospedale per 8$!”

Se viaggiamo “on budget” va benissimo. Ma scegliamo bene le priorità su cui risparmiare per non rovinarci la vacanza e stressarci inutilmente!

5 – Pianifica il viaggio e le sue tappe

Sembra scontato e banale ripeterlo, ma pianificare mentalmente le tappe da percorrere nel viaggio, ancor meglio se riportate con carta e penna, è un ottimo metodo per affrontare il trasferimento in totale serenità.

stress viaggio

Una buona abitudine è quella di preparare valigia e borsa a livelli. Dove le cose che ci occorreranno durante il viaggio sono riposte all’interno per ultime, così da essere di facile accesso e facili da trovare con un controllo sommario.

Un esempio è quello di avere in tasche accessibili passaporto e biglietti, o quello di partire direttamente con oggetti metallici all’interno della valigia per non avere inutili problemi al metal detector.

6 – Consulta GoogleMap prima di partire

È buona abitudine consultare GoogleMap prima di partire per “localizzare” visualmente le nostre tappe. Avere un’idea seppur effimera di dove sia l’hotel rispetto all’aeroporto e alle località che vorremo visitare farà si da 1) tranquillizzarci; 2) permetterci di avere punti di riferimento nel rarissimo caso in cui dovessimo perderci.

Se abbiamo intenzione di spostarci dall’aeroporto all’Hotel affittando un’auto, la miglior cosa da fare sarebbe preparare il nostro navigatore (ormai tutti i cellulari ne hanno uno) da casa, prima della partenza.

7 – Ci vuole calma

Come già detto nel punto 3, gioca di anticipo, per affrontare i passaggi e gli imprevisti in tutta calma.

Evita di fare quello che fanno quasi tutti i passeggeri, ossia correre all’impazzata da una parte all’altra dell’aeroporto per uscire il prima possibile, per arrivare prima alla fila del gate o per uscire dall’aereo quando i portelloni sono ancora chiusi.

viaggio rilassante quale

In tutti questi casi, vuoi che sia quello di arrivare primo alla fila del gate, o uscire per primi dall’aereo, ci ritroveremo tutti quanti allo stesso punto. L’aereo parte quando tutti sono entrati, ed i bagagli arrivano insieme. Quindi perché correre?

Lo stesso vale per l’uscita dall’aeroporto. Una volta arrivati, prendiamoci 5 minuti. Se non sappiamo ancora come arrivare all’Albergo valutiamo tutte le possibilità. C’è una navetta? Taxi? Quale conviene di più nel rapporto tempo/prezzo?

8 – Preparati ad un ritardo ed informati sui tuoi diritti

Non accade spesso ma potrebbe capitare che il nostro volo subisca un ritardo. Sappiate che le compagnie aeree nei ritardi di oltre un’ora sono multate e nei ritardi superiori sono costrette a risarcirvi eventuali danni, quali perdita di un volo di scalo, o pernottamento costretto, oltre a pagarvi una multa.

Quindi nel raro caso il volo subisca un ritardo considerevole, pazientate, compratevi una rivista, stuzzicate qualcosa ed informatevi sul rimborso. Avrete tutto il tempo di fare le pratiche una volta tornati dalla vacanza.

9 – Scegli la comodità al risparmio

Non finirò mai di dirlo. A volte per risparmiare cifre irrisorie si scelgono opzioni di volo che sfiorano il ridicolo. Capita molto spesso che per una differenza di poche decine di euro i voli da semplici diventino una tortura.

Controlliamo sempre quante ore effettive duri il viaggio. Un esempio è stato mentre preparavo un viaggio in Giappone dove con la compagnia xx il volo a/r veniva 630€ mentre con quella yy 575€. Una differenza di 55€, insomma 55€, non sono da buttare via, ma leggendo il tempo di volo..

Se quello da 630€ impiegava 12 ore circa, quello da 575€ ce ne metteva 17. Sono 5 ore in più di noia e di stress. A volte capita di peggio, per differenze di 100€ scali di 12-16 ore. Quindi valutiamo effettivamente se vale la pena risparmiare quei 55€ nel viaggio o magari risparmiarli prima di partire rinunciando ad una cena fuori o a qualche vizio.

10 – Viziati nel viaggio

Approfitta del viaggio per toglierti degli sfizi. Associa il viaggio sempre a cose piacevoli. Ad esempio comprandoti un libro che non hai mai tempo di leggere a casa, o portandoti dei dolcetti che adori ma che per dieta o tempo non mangi mai a casa.viaggio stressante musica

Associa il viaggio a piaceri della vita. Preparati una playlist con le tue canzoni preferite e..

11 – Pensa sempre in positivo

Pensa sempre a tutti i piaceri che può portare un viaggio invece che alla fatica e alle preoccupazioni. Io ad esempio, ogni volta che affronto tratte lunghe, sono felice perché avrò finalmente la possibilità di vedere dei film (tutti gli aerei per tratte lunghe offrono schermo privato e film recentissimi) che non ho potuto vedere per mancanza di tempo.

Inoltre nei viaggi si incontrano spesso persone interessanti con cui possono nascere amicizie durature e anche di più. Basta volerlo ed aprirsi agli altri, con garbo.

Spero che questa lista di 11 consigli per ridurre lo stress da viaggio possa esserti stata utile.

Se hai altri suggerimenti o hai qualche domanda da porre, contattami o lascia un commento qui sotto e sarò felice di risponderti!

Buon viaggio!

 

Un commento

  1. Ovviamente, se quest estate il vostro amico Briatore vi ha invitato per quindici giorni di lusso sul suo yacht non avrete le stesse esigenze di chi parte per il Sahara con lo zaino in spalla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *